News

Bandiere blu e approdi: Il Cilento ha fatto il pieno

Tratto da "La città di Salerno"

del 13 Maggio 2015

Dei 12 vessilli di qualità toccati al Salernitano, ben 11 vanno da Capaccio a Sapri In Costa d’Amalfi resiste solo Positano. Riconoscimento al Marina d’Arechi di Vincenzo Rubano

SALERNO. Mare pulito, spiagge eccellenti e servizi di qualità: la costa salernitana si tinge di blu.

La premiazione delle Bandiere Blu 2015, il riconoscimento assegnato dalla Fee (Foundation for environmental education) in base a determinati criteri guida dallo spirito «verde», sembra raccontare una Regione che, nonostante tutto, grazie al Cilento e alla provincia di Salerno, riesce a fare qualche passo in avanti sotto il profilo della tutela delle acque di balneazione.

Con 14 località di mare premiate per la qualità ambientale delle spiagge (2 in provincia di Napoli e 12 nel Salernitano), la Campania resta nella parte alta della classifica. Si conferma la supremazia del Cilento con 11 vessilli, a partire dalla veterana Pollica (Acciaroli e Pioppi), in classifica dal 1987. Nel Cilento sventola la bandiera blu anche ad Ascea, Vibonati, Centola-Palinuro, Casal Velino, Agropoli (Trentova, San Marco), Montecorice (Agnone, Capitello, San Nicola a Mare), Sapri (Lido di Sapri San Giorgio), Pisciotta, Pollica (Acciaroli e Pioppi), Castellabate e la new entry Capaccio.

La Costiera amalfitana è invece rappresentata da Positano.

In provincia di Napoli premiate Anacapri (Punta Faro, Gradola) e Massa Lubrense, nessun riconoscimento per la provincia di Caserta.

I criteri usati per assegnare le Bandiere Blu sono “l'assoluta validità delle acque di balneazione", l'efficienza della depurazione, la raccolta differenziata nelle aree pedonali limitrofe, la presenza di piste ciclabili, spazi verdi, di servizi sulle spiagge utili alla balneazione.

Assegnata anche la Bandiera blu agli approdi turistici che tiene conto della qualità dell'approdo, dei servizi e delle misure di sicurezza,dell'educazione ambientale e delle informazioni: nel salernitano riconoscimenti per i porti Marina D'Arechi di Salerno, Agropoli, Casal Velino, Acciaroli, Marina di Camerota e Palinuro.

«Un risultato importante per l'intera provincia – afferma il sindaco di Centola, Carmelo Stanziola – continueremo a lavorare per proteggere la nostra costa e il nostro mare». «Per l’ennesimo anno si dà riprova del valore della nostra terra – dice il sindaco di Pollica Stefano Pisani – Ora bisogna trasformare il riconoscimento in opportunità concreta per le nuove generazioni. Invito i turisti a visitare il Cilento e le istituzioni a considerare maggiormente questo territorio meraviglioso e ricco di opportunità».

S5 Box

Login

Registrazione