Stampa questa pagina

TEMPI FERMI. Mostra personale di Vincenzo Pisapia

L’associazione culturale MASCIATA di Atena Lucana (SA),
nell’ambito dei progetti di valorizzazione del territorio Cilento, Vallo di Diano, Alburni, Lucania,
patrocina la Mostra Fotografica dell’artista Campano VINCENZO PISAPIA da Teggiano presso la prestigiosa location del Forte Stella in Porto Ercole, Monte Argentario (GR) dal 27 gugno al 12 luglio 2015.


La mostra dal titolo TEMPI FERMI propone immagini che narrano manifestazioni, eventi, ritualità dalle antiche origini che si praticano ancora nel contesto attuale dell’Italia Centro-Meridionale. Tra esse vi sono anche i rituali che si tengono a Salvitelle (SA) in onore di San Sebastiano, il culto per la Madonna di Viggiano e i riti arborei dei carnevali di Satriano  (PZ) e Tricarico (MT).  Le immagini ambientate, saranno accompagnate da schede didascaliche preparate del giovane antropologo salernitano SIMONE VALITUTTO che il giorno 5 luglio presso il Forte Stella, con la presenza dell’autore Pisapia e la curatrice della mostra CATERINA DI SANTI, narrerà al pubblico e alle autorità locali presenti, quanto di pertinente e necessario per la fruizione delle opere esposte.

L’associazione Masciata nasce nel 2014 e si propone di valorizzare anzitutto le risorse umane presenti sul territorio Cilento, Valdiano, Alburi, Lucania, sponsorizzando iniziative provenienti prevalentemente da persone o realtà dei su citati territori.


Fotografie: Vincenzo Pisapia
Cura ed organizzazione: Caterina Di Santi
Presentazione: Simone Valitutto

 

Breve biografia:

 Vincenzo Pisapia,

ha studiato Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di

Carrara e di Napoli e Fotografia per il Paesaggio,

l’Ambiente ed i  Beni Culturali sempre presso l’Accademia

Partenopea.

Si occupa prevalentemente di ricerca nel settore delle arti

visive e fotografiche non tralasciando però l’aspetto autoriale

documentaristico che riesce a coniugare con la sua principale passione per le

musiche tradizionali prevalentemente della propria area geografica. 

Simone Valitutto,

dottorando in Antropologia e Studi Storico - Linguistici

dell’Università degli Studi di  Messina, si è formato alla

“Sapienza” di Roma e alla “Federico II” di Napoli,

ha collaborato con il Centro di Ricerca Audiovisuale

dell’Università “Federico II” e con l’Osservatorio

permanente sul doposisma.